Comunicato del Fronte Politico Costituzionale

18 gennaio 2019


  Il ministro della difesa piddino Lorenzo Guerini vuol fare in realtà il ministro della guerra. Di fronte alle commissioni difesa della Camera e del Senato ha proposto infatti non già il ritiro delle truppe italiane dall'Iraq, ma il loro inquadramento in una più larga missione della NATO .

   Il fatto è gravissimo perchè il parlamento iracheno ha chiesto il ritiro di tutti i contingenti militari stranieri. Quello proposto da Guerini sarebbe dunque un nuovo atto di guerra, in continuità con le violazioni dell'art.11 della Costituzione compiute da altri ministri e governi della Repubblica.

   Il 25 gennaio si svolgeranno in Italia numerose iniziative sul tema della pace, alcune delle quali mantengono un sostanziale carattere di ambiguità rispetto ai responsabili delle guerre, che invece bisogna saper individuare e combattere.

   Il Fronte Politico Costituzionale propone comunque che nella giornata del 25 gennaio venga fatto un presidio presso la sede nazionale del PD a Roma (Largo del Nazareno) per chiedere al partito di sconfessare la proposta del ministro Guerini e di rispettare l'art.11 della Costituzione.