Il punto

Grottesca e velenosa riscrittura anticomunista della storia in una risoluzione del Parlamento Europeo esplicitamente rivolta ad attizzare lo scontro con la Russia e a giustificare la soppressione delle organizzazioni comuniste giÓ operante in molti paesi dell'est


Il testo approvato 19 settembre 2019 [qui].
Qualche commento:
Una nota del PC portoghese [qui]
L'importanza della memoria selettiva, di Andrea Zhok [qui]
Dopo la risoluzione anti-comunista dell'UE Ŕ il momento dell'unitÓ delle forze comuniste e di classe in Italia e in Europa, Fosco Giannini [qui]
Il Parlamento europeo mette al bando il comunismo: ovvero come e perchŔ l'attuale antifascismo neoliberale sia oggi il principale nemico di classe, Riccardo Paccosi [qui]
Sulla risoluzione del Parlamento Europeo che equipara Hitler e Gramsci, Pino Cabras, M5S [qui]
Nello stesso spirito di falsificazione storica e crociata anticomunista della risoluzione del Parlamento europeo si era svolta alcuni giorni prima a Varsavia la rievocazione della seconda guerra mondiale attribuendone la responsabilitÓ all'URSS. Ecco la reazione di Maria Zakharova, portavoce del Ministero degli Esteri russo [qui]

A proposito di falsificazioni della storia
Il patto Molotovo Ribbentropp all'origine della guerra mondiale? Stalin=Hitler? Al contrario, il patto fu la premessa della vittoria contro il nazismo, Ivan Di Francesco [qui]
Le origini naziste della NATO: gli obiettivi di Hitler implementati dall'occidente, Robert S. Rodvik [qui]